venerdì 14 aprile 2017

Travolto dal muletto, muore 43enne autotrasportatore bergamasco

E' sceso dal camion, sul quale doveva caricare della merce. Ha attraversato la banchina ma non si è accorto della presenza di un grosso muletto in manovra, che lo ha travolto. Fabio Cristinelli, 43 anni, residente a Endine Gaiano è morto sul colpo. Travolto da quel mezzo speciale che stava trasportando una bobina d’acciaio, un grosso “coil”. L’incidente è avvenuto ieri poco prima delle 14.30 su una banchina del porto di Ravenna.
Sul posto – oltre agli agenti , gli ispettori della Medicina del Lavoro dell’Ausl Romagna e ai vigili del fuoco – sono intervenuti anche gli operatori del 118. Ma per il 43enne non c’è stato nulla da fare. Secondo quanto finora rilevato, tutto è avvenuto quando il 43enne è arrivato in banchina con il suo camion per alcune operazioni di lavoro. È sceso dal mezzo e ha cercato di attraversare ma, per cause ancora al vaglio, è stato travolto dalla parte posteriore di un grosso mezzo di lavoro (una specie di enorme muletto, molto alto) che stava trasportando il coil. Non si è accorto del muletto forse per il frastuono tipico dell’area portuale.


Il mezzo gli è passato sopra con le ruote, uccidendolo sul colpo. Illeso ma sotto choc l’operatore al volante del mezzo, un 41enne ravennate, dipendente della coop facchini Cofari, che verosimilmente come atto dovuto sarà indagato per omicidio colposo. Poliziotti e ispettori della medicina del lavoro sono rimasti sulla banchina fino a sera, ascoltando i testimoni della tragedia e visionando i filmati delle telecamere che si affacciano sulla banchina. Altri operai erano infatti presenti al momento dell’investimento fatale. 

Nessun commento:

Posta un commento